Loading

Blog

Set 18, 2019
Ore perplesse

Ore perplesse, brividi d’una vita che fugge come acqua tra le dita; inafferrati eventi, luci-ombre, commovimenti delle cose malferme della terra ….. (Meriggi e ombre, Eugenio Montale)

Read More

Balaustrata di brezza per appoggiare stasera la mia malinconia. (Il porto sepolto, Giuseppe Ungaretti)

Read More
Ago 25, 2019
Tra un fiore colto

Tra un fiore colto e l’altro donato l’inesprimibile nulla. (L’allegria, Giuseppe Ungaretti)

Read More

Il frullo che tu senti non è un volo, ma il commuoversi dell’eterno grembo; vedi che si trasforma questo lembo di terra solitaria in un crogiuolo. (Ossi di seppia, Eugenio Montale)

Read More

Consideriamo lo spazio infinito. La finitezza della nostra esistenza non impedisce alla nostra intelligenza di farsi consapevole dell’infinito che ci circonda e, così, in qualche modo, di parteciparne. (La via della bellezza, Vito Mancuso)

Read More
Lug 10, 2019
Il cielo

Il cielo, le nuvole e quel riverbero inatteso che brilla ancora laggiù, dove il fiume scompare dietro la curva del tempo. (Controvento, Federico Pace)

Read More

A cosa mai mi ha servito l’esperienza? A vivere pago a piccole cose onde vivevo inquieto un tempo. (Momento, Saba)

Read More

Il tempo dunque fu fatto insieme col cielo, affinchè, generati insieme, anche insieme si dissolvano, se mai a loro avvenga alcuna dissoluzione; e fu fatto secondo il modello dell’eterna natura, affinchè le sia simile quanto più possa. (Timeo, Platone)

Read More
Giu 1, 2019
Vedere un mondo

Vedere un mondo in un granello di sabbia e un paradiso in un fiore selvatico, tenere l’infinito nel palmo della mano e l’eternità in un ora. (William Blake)

Read More

La coscienza è senza movimento. Ed è proprio per questa sua immobilità che noi possiamo percepire il moto di quello che chiamiamo tempo. Se il tempo passa, è necessario che vi sia qualcosa che resti stabile. Ed è la coscienza di sè a essere stabile. (Diario, Tolstoj)

Read More