Loading

Blog

La coscienza è senza movimento. Ed è proprio per questa sua immobilità che noi possiamo percepire il moto di quello che chiamiamo tempo. Se il tempo passa, è necessario che vi sia qualcosa che resti stabile. Ed è la coscienza di sè a essere stabile. (Diario, Tolstoj)

Read More
Mag 9, 2019
Non dimenticare

… non dimenticare che un uomo è un uomo solo se riesce a tessere il tempo che gli è dato: una rete per trattenere la chincaglieria degli incontri di cui è fatta la trama dei giorni. Un gufo un albero una casa una ragazza una promessa un coltello, c’è…

Read More

La realtà è un altrove della nostra esperienza che resta a noi sconosciuto; è una ferita che non si rimargina; una minaccia che torna e ritorna, sempre, a riva; si nasconde nel respiro della risacca, nel turbine improvviso che distrugge la vigna, nell’arrivo di sempre nuovi – ostili –…

Read More

Quando l’onda della risacca si ritira lascia granchi e molluschi e rigira le conchiglie sulla sabbia. Scopriamo così che il mare contiene molto più di quel che mostra ma sappiamo anche che granchi e molluschi e conchiglie che l’onda lascia indietro ora non sono più del mare, ma non…

Read More
Apr 2, 2019
#arte=impresa

Dopo molti anni di lavoro con le aziende ritengo di poter affermare che il concepimento e lo sviluppo di una impresa di successo è un’arte. La mia esperienza più recente nella creazione di opere mi spinge a ritenere che produrre arte che emozioni è un’impresa.

Read More

La vita è un viaggio che va fatto con una valigia semipiena.Lo spazio vuoto lo riempiremo con l’inaspettato e l’incertezza non ci sorprenderà. (Regole e caso, Paolo Legrenzi)

Read More

…. Come sparisce l’idea dello spazio continuo che contiene le cose, così sparisce anche l’idea di un “tempo” elementare e primitivo che scorre indipendentemente dalle cose. Le equazioni che descrivono grani di spazio e di materia non contengono più la variabile “tempo”. …. Alla piccolissima scala dei quanti di…

Read More

Se la vita ha una base su cui poggia …. allora la mia senza dubbio poggia su questo ricordo. Quello di giacere mezzo addormentata, mezzo sveglia, sul letto nella stanza dei bambina St. Ives. Di udire le onde frangersi, uno, due, uno, due …. dietro la tenda gialla. Di…

Read More

Per adesso, questo è quello che sappiamo della materia. Una manciata di tipi di particelle elementari, che vibrano e fluttuano in continuazione fra l’esistere e il non esistere, pullulano nello spazio anche quando sembra non ci sia nulla, si combinano assieme all’infinito come le venti lettere di un alfabeto…

Read More

L’amore guardò il tempo e rise, perché sapeva di non averne bisogno. Finse di morire per un giorno, e di rifiorire alla sera, senza leggi da rispettare. Si addormentò in un angolo di cuore per un tempo che non esisteva. Fuggì senza allontanarsi, ritornò senza essere partito, il tempo…

Read More